Scienza aperta e trattamento dei dati: possibili modelli, buone pratiche, critici

Al Ministero della Salute, nella sede di via Ribotta a Roma, il 3 dicembre 2019 si svolgerà il congresso che affronterà il significato e la sostenibilità dell’ “open science”; una giornata un cui si cercherà di argomentare la reale necessità della comunità scientifica di avere a disposizione dati aperti , di identificarne gli ostacoli e intravedere ragionevoli ipotetiche soluzioni.
L’evento è organizzato da Bibliosan, la rete nazionale delle biblioteche degli Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico, dell’Istituto Superiore di Sanità e degli Istituti Zooprofilattici Sperimentali. Il workshop è destinato a tutti i professionisti che gestiscono e valutano l’attività di ricerca..

Il programma completo è consultabile qui.

Per partecipare all’evento è necessario iscriversi, compilando questo form.

Vi aspettiamo!

Scienza aperta e integrità della ricerca

Il 9 e 10 novembre si terrà a Milano presso l’Università Statale di Milano  “Scienza aperta e integrità della ricerca” il convegno annuale AISA, l’Associazione Italiana per la promozione della Scienza Aperta.

Il pomeriggio del 9 novembre sarà dedicato agli interventi di esperti italiani ad altissimo livello:

  • Alberto Baccini (Università di Siena) Giuseppe De Nicolao (Università di Pavia)
    ANVUR: i dati chiusi della bibliometria di stato
  • Mario Biagioli (Center for Science & Innovation Studies – UC Davis)
    Metrics and misconduct: redefining “publication” and “evaluation”
  • Enrico Bucci (Sbarro Health Research Organization – Temple University, Philadelphia; Resis Srl – Ivrea)
    Metriche bibliometriche ed effetti distorsivi su etica e produzione scientifica
  • Giuseppe Longo (Centre Cavaillès, CNRS, Ecole Normale Supérieure, Paris; Department of Integrative Physiology and Pathobiology, Tufts University School of Medicine, Boston) Scienza e senso: deformazioni scientiste del rapporto al reale

La mattinata del 10 offrirà spazio alla presentazione di quattro risposte
alla call for papers del maggio 2017.

Maggiori informazioni sul programma e sulle iscrizioni al sito della manifestazione.

Fare Open Access

E’ uscito “Fare Open Access” il nuovo libro a cura di Simone Aliprandi, avvocato e amico del GIDIF-RBM, che si occupa della diffusione del sapere scientifico in era digitale.
Fra gli autori: Elena Giglia, Nicola Cavalli e le nostre Ivana Truccolo e Valeria Scotti.

“Questo volume affronta con approccio positivo e operativo il tema strategico della diffusione del sapere scientifico in ottica open.
L’Open Access è diventato uno degli obiettivi chiave delle politiche dell’innovazione dell’Unione Europea e dei principali paesi industrializzati; ed è fondamentale conoscerne i lineamenti teorici e le concrete potenzialità.

Gli autori sono tutti professionisti attivi da molti anni in questo campo e hanno quindi il polso delle questioni emergenti e delle maggiori criticità non solo da un punto vista teorico-dottrinale. Ognuno di loro affronta da diverse prospettive il tema più generale della comunicazione scientifica e quello pratico di come fare Open Access nell’attuale panorama ormai fortemente volto al digitale.

Il testo è completato da un’utile appendice con i documenti di riferimento, come i principali testi-manifesto e le norme attualmente in vigore a livello nazionale e internazionale.”

Praticamente imperdibile!!!

Per informazioni:
http://www.ledizioni.it/prodotto/aliprandi-fare-open-access/

Online la newsletter OpenAIRE

È online il numero di aprile dalla Newsletter di OpenAIRE.

In questo numero:

  • Announcement of the Open Science Fair (Sep 6-8, Athens): a new conference, organized by OpenAIRE and partner initiatives, to examine policies, infrastructures and services for Open Science
  • Announcement of a 10 month extension of the OpenAIRE FP7 Post Grant Pilot to fund open access publications for completed EC FP7 projects
  • Results of OpenAIRE’s survey of more than 3,000 authors, reviewers and editors on attitudes to open peer review
  • Report, slides and recordings from OpenAIRE’s recent RDA workshop on Legal Issues in Open Data
  • Details on OpenAIRE’s support for the Initiative for Open Citations (I4OC)

OpenAIRE è il progetto europeo per la creazione di una infrastruttura digitale per l’Accesso Aperto al testo completo degli articoli scientifici finanziati dal progetto pilota sull’Open Access (FP7) e dall’ERC – European Research Council.