Survey sulla nuova piattaforma GIDIF RBM-Bibliografica presentata alle Stelline

Molti i partecipanti in streaming, oltre ai presenti in aula Toscanini, Il 30 settembre 2021 alle Stelline al corso su Banche dati biomediche a confronto in era COVID. PubMed vs Embase, tenuto da Chiara Formigoni e Francesca Gualtieri. Lo potrete rivedere a breve sul canale ufficiale del Convegno. Sarà nostra cura informarvi non appena disponibile.

Dopo il corso, Ivana Truccolo e il prof Fabio Venuda hanno presentato il progetto di una nuova piattaforma che riguarda noi biblio-documentalisti biomedici e le biblioteche-centri di documentazione sulla salute in cui operiamo. Si tratta di un progetto condiviso GIDIF RBM-Editrice Bibliografica che nasce da un prototipo fatto con l’Università Statale di Milano nell’ambito del Master in Digital Humanities 2020. Ha l’obiettivo di documentare la nostra storia, le evoluzioni della nostra professione, i prodotti collaborativi, il rapporto con le professioni sorelle e molto altro con articoli, immagini, video, interviste, libri, siti e pagine web. Si rivolge a professionisti della documentazione e della comunicazione biomedica, studenti, operatori sanitari, cittadini… Sarà gestito con un software opensource che permette alla piattaforma di essere interattiva, aperta e partecipata.

Ci interessa molto il vostro parere anche per dare un nome al progetto. Grazie se compilate il breve questionario al link https://forms.gle/3yBZ2Fx7AUaTTnLD8

Il prototipo di partenza è accessibile al seguente link https://itbdm2021.omeka.net . Al nuovo progetto hanno collaborato colleghi del mondo delle biblioteche, dell’editoria, della biblioterapia, ma il progetto è aperto alle collaborazioni e alle sponsorizzazioni.

GIDIF-RBM @Bibliostar2021

GIDIF-RBM torna con le proposte autunnali partendo da quello che è sempre stato per noi un appuntamento di approfondimento e di dibattito su temi di attualità per la nostra professione: Bibliostar (Milano, Palazzo delle Stelline).
Saremo presenti a Bibliostar nella giornata di Giovedì 30 settembre 2021 alle ore 09.30 in Sala Toscanini con il corso teorico-pratico sul confronto tra banche dati nel periodo di COVID-19.
Le modalità di partecipazione saranno ibride e precisamente:

  • In presenza in aula (30 posti) : sarà necessario esibire il green pass e portare il vostro PC portatile per le esercitazioni a gruppi;
  • Online (in streaming)

Registrazione disponibile fino a lunedì 27/09 al link https://www.eventbrite.it/e/biglietti-convegno-stelline-2021-evento-collaterale-gidif-rbm-173490042387

Alla fine della parte teorica e subito prima di iniziare i lavori a gruppi, saremo lieti di presentarvi una nuova iniziativa di collaborazione con Bibliografica … ma questa sarà una sorpresa!
Prima di salutarci Vi illustreremo il programma autunnale di GIDIF-RBM Academy che riprenderà i corsi a partire dal mese di Ottobre.

Tempo di fine estate, tempo di passaggi…

Anche quest’anno è arrivata l’estate, un’estate caldissima, e ora, fine di agosto, va finendo! La pandemia da COVID-19 ci tiene ancora in scacco perché il virus muta, ma grazie ai vaccini e qualche altra accortezza, cominciamo a trovare il modo di conviverci. Molte parti del mondo bruciano per incendi più o meno dolosi, mentre in altre i temporali dovuti ai cambiamenti climatici creano situazioni difficili da fronteggiare. Purtroppo la guerra continua a imporsi come l’unica soluzione in molti paesi del mondo e le popolazioni in fuga dai disastri climatici e umanitari sono sempre di più. Poco prima di Ferragosto, è morto Gino Strada, il fondatore di Emergency, e tutti ci sentiamo più soli. I paesi occidentali hanno lasciato l’Afghanistan che è tornato in mano ai talebani: donne e bambine son le prime a pagare…Siamo nel mezzo di cambiamenti epocali, lo si sente nell’aria.

In questo tempo così effervescente, le piccole storie non fanno notizia. Eppure sono importanti perché di esse è fatta la Storia. Colleghe come Fulvia Merlini o Alessandra Loreti sono uscite dalla scena lavorativa quasi in sordina. Eppure sono state, in modo diverso ma similare, dei capisaldi della documentazione biomedica nelle loro istituzioni e noi sentiamo il dovere di non lasciar passare la loro uscita in silenzio.

Fulvia è stata per lunghi anni fino al giugno di quest’anno la responsabile della Biblioteca dell’IRCCS Burlo Garofolo di Trieste, svolgendo un’attività fondamentale all’interno della Direzione Scientifica del suo Istituto e, contemporaneamente, collaborando intensamente in reti collaborative quali NILDE, il sistema di richiesta e fornitura articoli ideato da colleghi del CNR- Biblioteca Area di Bologna e in BiblioSan e ACNP. Fulvia è membro del consiglio direttivo del GIDIF RBM dal settembre 2019. Il suo spirito concreto, aperto alle innovazioni e collaborativo ha quindi modo di continuare a esprimersi ed è nostro auspicio che la sua attività sia continuata e magari potenziata nel suo ex Istituto.

Alessandra è stata per molti anni la responsabile della Biblioteca dell’IRCCS Ospedale Bambin Gesù di Roma fino a metà luglio 2021 e faceva parte del comitato di gestione di BiblioSan, il sistema di biblioteche biomediche degli IRCCS supportato dal Ministero della Salute. Alessandra non faceva parte del GIDIF RBM ma le è sempre stata vicina. La sua attività di bibliotecaria documentalista si è contraddistinta per una instancabile attività di supporto informativo e formativo ai suoi utenti e una grande capacità innovatrice. La sua capacità di crescere giovani colleghi competenti e preparati fa ben sperare che la sua biblioteca continui come un servizio che funziona ed è utile alla sua istituzione.

Altre colleghe e colleghi sono andati in pensione di recente. Fra questi, Franco Tony, responsabile della biblioteca dell’Istituto Superiore di Sanità e membro del Comitato di gestione BiblioSan, Rossella Ballarini, bibliotecaria dell’IRCCS Istituto Tumori di Milano, attuale revisore dei conti del GIDIF RBM. E poi Enrica Veronesi, responsabile della Biblioteca di Ingegneria e Medicina dell’Università di Brescia e Angela Carbonaro, responsabile della biblioteca dell’IRCCS Istituto Giannina Gaslini di Genova. Sono le persone nate negli anni ’50 del secolo scorso, gli anni della ricostruzione postbellica, dei fatti di Ungheria, dell’invenzione del telefono a gettoni e della bici Graziella…Persone di spessore che hanno iniziato a lavorare negli anni dell’avvento dei personal computer, delle banche dati biomediche, cui accedevano online già prima di Internet, dei cataloghi condivisi, della cooperazione e automazione bibliotecaria.

Sappiamo che alcuni hanno potuto passare il testimone a giovani colleghi, ai quali va tutto il nostro augurio di buon lavoro! Ci auguriamo di poter offrire ai giovani supporto e opportunità formative in quanto quella del documentalista biomedico è una professione in continua evoluzione e necessita di un aggiornamento continuo.

il bibliotecario documentalista biomedico fa parte di quei professionisti non sanitari che operano nel campo della salute – quali ingegneri, statistici, addetti alla comunicazione – che nessuno si sognerebbe di sostituire con un professionista qualsiasi.

In tempi di transizione digitale i biblio-documentalisti biomedici sono già avanti in questa direzione, hanno una professionalità non facile da costruire e mantenere aggiornata, laddove ci sono costituiscono un valore aggiunto per le organizzazioni cui afferiscono.

Noi auspichiamo che questo valore non vada perso, semmai migliorato e valorizzato a tutto vantaggio degli operatori della salute e dei pazienti.

Assemblea dei Soci GIDIF-RBM

Seconda convocazione dell’Assemblea dei Soci GIDIF-RBM 2021
il giorno 23 giugno 2021 (online attraverso la piattaforma zoom) ore 16:30.

Per partecipare i soci aventi diritto (in regola con la quota assocciativa) possono collegarsi al link

https://us02web.zoom.us/j/6624492414?pwd=dUFSOWgxL1BWMGhlY1g0M2xCTUI5dz09

ID riunione: 662 449 2414
Passcode: N2Zx60

Il bilancio consuntivo e la previsione di spesa, approvata dai rappresentanti dei soci e dai colleghi del direttivo, verrà pubblicato sul sito dopo l’approvazione dell’assemblea.

GIDIF-RBM Workshop 23 giugno 2021

l workshop vuole proporre esperienze pratiche realizzate e riproducibili a partire da spunti teorici importanti, relativamente all’applicazione della tecnologia dei dati aperti e interconnessi (Linked Open Data, LOD) nelle biblioteche-centri di documentazione, con particolare riferimento ai documenti, alle informazioni, ai dati e metadati.

Se a questo si unisce la tendenza ad affiancare contenuti testuali a documenti d’archivio, video, immagini e oggetti museali digitalizzati, mappe, musica, si può intravedere il notevole ampliamento di orizzonti cogliendo l’occasione di andare oltre i tradizionali cataloghi, database e relativi servizi.

Il Workshop si svolgerà online sulla piattaforma zoom.

Registrazione via mail a: direttivo@gidif-rbm.org

Tavola Apparecchiata

E’ il titolo dell’evento in diretta streaming il prossimo 5 Maggio alle ore 17:45, proposto dagli ex allievi del Istituto Mario Negri per parlare di Alimentazione a Microbiota.
Introdurrà l’evento Armanda Jori, Presidente MNIAA.
L’evento sarà trasmesso in diretta streaming sul canale youtube dell’Istituto Mario Negri.

Al termine degli interventi, ci sarà uno spazio dedicato alle domande moderato da Mauro Tettamanti.
La partecipazione è aperta a tutti

Nuovo Glossario di Biblioteconomia: discutendo di parole, di glossari e di altro ancora con Ferruccio Diozzi

Ospitiamo con piacere l’intervento del collega Ferruccio Diozzi autore del Nuovo glossario di biblioteconomia e scienza dell’informazione. Ferruccio Diozzi è responsabile del Centro Documentazione & Knowledge Managemnet del CIRA, Centro Italiano Ricerche Aerospaziali. Studioso di problemi di storia del socialismo, autore da anni attivo nel dominio della biblioteconomia e della scienzadell’informazione, conta circa 250 pubblicazioni di vario carattere disciplinaretra cui sei libri. Ricopre o ha ricoperto cariche in diverse associazioni scientifiche ed è attualmente direttore di “AlBNotizie” e presidentedell’associazione “Amici di Città della Scienza”.

Sono lieto di partecipare alle conversazioni che si sono aperte sul mio lavoro Nuovo glossario di biblioteconomia  e scienza dell’informazione, rispondendo, in questo caso particolare, all’invito degli amici del GIDIF RBM, e di Ivana Truccolo in particolare, sul blog dell’associazione

Continua a leggere…

Corso EXCEL per bibliotecari

Come promesso inizia nel prossimo mese di Aprile il percorso GIDIF RBM Academy, Sentiero formativo, rivolto ai biblio-documentalisti biomedici, suddiviso in 4 tempi e 8 moduli sviluppati nei prossimi 2 anni. Gli eventi saranno parte in presenza e parte a distanza a seconda delle possibilità dipendenti dalla pandemia in corso.

Iniziamo con il corso EXCEL per bibliotecari. Il programma prevede quattro incontri in modalità online di due ore ciascuno dalle 16.00 alle 18.00 che si terranno a partire da mercoledì 21 Aprile fino al 12 Maggio 2021. Il numero di partecipanti previsto è di 25 persone.

Continua a leggere…

Storia della scienza nelle collezioni digitali del Museo Galileo

Domani, 18 marzo 2021 alle ore 16, il Centro Studi Cura e Comunità per le Medical Humanities dell’Ospedale di Alessandria, organizza un Seminario – il secondo dalla sua nascita – dal titolo “Storia della scienza nelle collezioni digitali del Museo Galileo”. Sarà ospite del Centro Studi di Alessandria, di cui fa parte anche la Biblioteca, il dott. Stefano Casati, responsabile della biblioteca digitale del Museo Galileo di Firenze. Il Museo Galileo, contrariamente al suo nome, è anche una biblioteca ed è soprattutto un esempio di applicazione in concreto della tecnologia dei Linked Open Data.

 Per partecipare, potrete collegarvi a uno dei canali social dell’Azienda Ospedaliera di Alessandria:

  1. il sito internet alla pagina www.ospedale.al.it/eventi-in-diretta/
  2. la pagina Facebook @aoalessandria
  3. il canale YouTube Ospedale Alessandria al seguente link https://youtu.be/Bop5a-EZtqY

Il video rimarrà comunque disponibile sul canale Youtube. Grazie alla collega Federica Viazzi per queste segnalazioni.

Ombre della mente: Lombroso e lo scapigliato

Carlo Dossi esponente della scapigliatura milanese dall’animo tormentato, ha una svolta nel “proprio male di vivere” quando scopre l’opera L’uomo delinquente di Cesare Lombroso palesandosi come una sorta di rivelazione. Leggendo quelle pagine sul nesso tra criminalità – genio e follia, sulla «pazzia degli eccentrici», sui «tormentatori di sé e degli altri», Dossi trova descritto il proprio stato di salute, compresa “la ineguaglianza che mi si accentua ogni dì più della pupilla”.

Continua a leggere…