Bibliostar: convegno rinviato a settembre

Le direzioni del Convegno delle Stelline “Biblioteche e sviluppo sostenibile” e di Bibliostar hanno deciso di rinviare l’edizione 2020, prevista per i prossimi 12 e 13 marzo, al 15 e 16 settembre 2020.La decisione è stata comunicata sul sito della manifestazione:

«In attesa di nuovi provvedimenti delle autorità previsti per le prossime settimane – si legge nel comunicato – si è deciso di compiere una scelta tempestiva nell’interesse di tutti. È stato soprattutto il desiderio di ritrovarsi nel clima di serenità e professionalità, che ha sempre contraddistinto l’evento, a convincerci dell’opportunità di posticiparlo. Vi aspettiamo quindi il 15 e 16 settembre 2020, sempre al Palazzo delle Stelline, con un programma di alto livello, che prevede un convegno principale scientifico, eventi collaterali e workshop curati dai nostri partner».

Appuntamento al 15 e 16 settembre settembre quindi!

 

Bibliostar 2020: rimandato il workshop GIDIF-RBM

Carissimi, purtroppo le recenti evoluzioni dell’epidemia da coronavirus e le relative disposizioni di contenimento messe in atto dalle autorità sanitarie, ci impongono di rimandare la nostra partecipazione a Bibliostar 2020.

Il nostro Workshop, previsto per venerdì 13 marzo al Palazzo delle Stelline – Sala Toscanini sulla “Sostenibilità dei modelli di accesso alla conoscenza biomedica” verrà rinviato.

A breve vi informeremo sulla nuova data.

Confidiamo nella vostra rinnovata disponibilità a partecipare al nostro evento, seguiranno maggiori dettagli.

Il nuovo PubMed prende forma

La nuova veste di PubMed è online già da qualche mese e si sta via via implementando  funzionalità, alcune già presenti nella vecchia versione, altre nuove.
Lo scorso 16 gennaio è stata rilasciata una nota con i più recenti aggiornamenti, che comprendono:

  • possibilità di decidere il numero di item visualizzabili per pagina
  • possibilità di ordinare i risultati per data dal più antico al più recente
  • mantenere le impostazioni dei due punti precedenti per le successive sessioni di interrogazione
  • funzione di suggerimento degli articoli simili
  • possibilità di scaricare i risultati dalla timeline

Per una panoramica completa condividiamo con voi le slide del corso su PubMed Labs tenuto da Maurella Della Seta – responsabile del Settore Documentazione dell’ISS – per il GIDIF-RBM lo scorso 22 novembre all’Università degli Studi di Milano. 
Sul nostro canale SlideShare troverete altre presentazioni dei corsi e dei Workshop organizzati dalla nostra associazione
Buona lettura!

Embase.com: la quick guide in lingua italiana a cura di GIDIF-RBM

Siamo lieti di condividere con voi la Quick Guide in italiano per l’utilizzo di Embase.com.
La traduzione è stata realizzata dalla nostra associazione in collaborazione con l’editore Elsevier.
L’idea di realizzare una versione italiana della guida è nata in seguito al successo del corso di formazione su questa banca dati promosso dal GIDIF-RBM nel 2018 per favorire la conoscenza e la diffusione di questa banca dati bibliografica.

 

Scarica la Quick User Guide di Embase in italiano

Continua a leggere…

Alle prese con i Boooleani: pratiche sperimentali di Information Literacy

Quando si tengono incontri formativi sulla ricerca nelle banche dati, sembra non si possa fare a meno di spiegare la funzione degli operatori booleani.
Alzi la mano chi non riesce a reprimere uno sbadiglio quando vede la slide con i tre cerchi e le aree di diverso colore che individuano la zona d’intersezione tra i risultati, prodotta dall’utilizzo di AND, OR e NOT.
Adesso alzi la mano chi ritiene che quella slide sia sufficiente AND necessaria per chiarire a chi ascolta la funzione di questi preziosi connettori logici.

Continua a leggere…

Natale 2019 tempo di bilanci, e uno sguardo al 2020

L’anno che sta per finire è un’occasione per fare qualche bilancio e delineare a grandi linee il programma dell’anno che verrà. Un anno importante per il GIDIF RBM che celebrerà i 35 anni dalla sua fondazione. Il 2019 ci siamo presentati al pubblico con l’evento delle Stelline a  Milano che quest’anno era centrato su “la Biblioteca che cresce”. Come GIDIF RBM abbiamo declinato il tema di BiblioStar realizzando l’evento “La circolarità della comunicazione in Sanità” in collaborazione con Pharma. La comunicazione, da sempre uno dei processi basilari della medicina ha conosciuto un’evoluzione straordinaria negli ultimi cinquant’anni e, indubbiamente, in questo cambiamento la tecnologia ha giocato un ruolo determinante. Durante la conferenza, molto partecipata, abbiamo analizzato questo processo da vari punti di vista – quello del medico ricercatore, del clinico, del filosofo, del direttore generale, del rappresentante di un’azienda farmaceutica, del paziente, del bibliotecario documentalista e del giornalista. Ne è uscito un articolo pubblicato sul numero di luglio-agosto di Biblioteche Oggi. Importante il contributo di alcuni soci GIDIF al X convegno Nilde che si è tenuto a Pavia a fine maggio incentrato sulla moderna dimensione “virtuale” delle biblioteche al servizio di una intramontabile dimensione “reale” degli utenti. Un evento, questo, tanto più importante per il GIDIF dal momento che il 2019 è stato il primo anno successivo alla chiusura dello storico catalogo GIDIF RBM, nato insieme all’associazione. Una decisione, non nascondiamo sofferta, ma necessaria a favore di una partecipazione a un catalogo collettivo nazionale sempre più condiviso, quale quello di ACNP, e di un sistema di interscambio, quale NILDE. La chiusura del catalogo ha portato a valorizzare l’altra ragione fondante del GIDIF RBM, la formazione.  Il nuovo  Direttivo dell’associazione, entrato in carica in settembre dopo le elezioni online del giugno, ha puntato decisamente alla formazione con un corso assolutamente puntuale rispetto agli avvenimenti: il 22 novembre a Milano circa 40 colleghi hanno partecipato al corso sul nuovo PubMed, docente Maurella Della Seta, peraltro socia GIDIF e presidente dell’EAHIL,la nostra associazione europea di riferimento, nonchè responsabile del servizio documentazione dell’Istituto Superiore di Sanità, come sappiamo istituzione da sempre referente nazionale della NLM. Il workshop Bibliosan sulla Scienza aperta tenutosi a 3 dicembre a Roma. è stata un’ulteriore opportunità formativa alla cui realizzazione hanno partecipato anche alcuni soci GIDIF RBM. Anche questo è stato un workshop molto partecipato al cui interno si è sviluppato un intenso dibattito, grazie anche alla presenza dei due direttori scientifici coordinatori rispettivamente degli IRCCS pubblici e privati. Affrontare alcuni dei problemi del tutto aperti in questo e altre conferenze per l’appunto sulla scienza aperta, sulla condivisione dei dati e sui cambiamenti epocali che questa nuova prospettiva sta portando con sé, è l’argomento che ci proponiamo di affrontare al prossimo BiblioStar che si terrà come d’abitudine a metà marzo 2020. La “sostenibilità”, leitmotiv di fondo, sarà declinata in tal senso sugli ipotetici nuovi modelli di business nel campo dell’editoria scientifica e delle biblioteche/sistemi bibliotecari biomedici, sia nazionali che regionali…

Parlando di futuro prossimo, per il GIDIF-RBM sarà un anno volto alla formazione, in primis sui temi che più stanno a cuore al bibliotecario documentalista non solo del presente ma a maggior ragione del futuro, in particolare per far fronte alle nuove competenze che l’evoluzione della materia impone. Terremo conto anche delle sfide che la figura di professionista del supporto alla ricerca, appena introdotta nel contratto della Sanità, porta con sè. Un anticipo di questa programmazione ve l’abbiamo raccontata di recente attraverso la Newsletter AIB, associazione con la quale vorremmo maggiormente collaborare come con altre associazioni complementari.  

AUGURI di cuore a tutti di Buon Natale e Sereno Anno Nuovo, dunque, da parte del direttivo GIDIF RBM, e… vi attendiamo numerosi alle nostre iniziative e a leggere le nostre notizie.

Scienza aperta e trattamento dei dati: possibili modelli, buone pratiche, critici

Al Ministero della Salute, nella sede di via Ribotta a Roma, il 3 dicembre 2019 si svolgerà il congresso che affronterà il significato e la sostenibilità dell’ “open science”; una giornata un cui si cercherà di argomentare la reale necessità della comunità scientifica di avere a disposizione dati aperti , di identificarne gli ostacoli e intravedere ragionevoli ipotetiche soluzioni.
L’evento è organizzato da Bibliosan, la rete nazionale delle biblioteche degli Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico, dell’Istituto Superiore di Sanità e degli Istituti Zooprofilattici Sperimentali. Il workshop è destinato a tutti i professionisti che gestiscono e valutano l’attività di ricerca..

Il programma completo è consultabile qui.

Per partecipare all’evento è necessario iscriversi, compilando questo form.

Vi aspettiamo!

Alla scoperta di PubMed Labs: chiuse le iscrizioni!

Tutto esaurito!
Abbiamo fatto il pieno di iscrizioni al corso di PubMed Labs che si terrà il prossimo 22 novembre presso l’aula 310 dell’Università degli Studi di Milano in via Celoria 20.

Sono state numerosissime le iscrizioni al corso organizzato dalla nostra associazione in anteprima nazionale su PubMed Labs, la nuova versione di PubMed che sarà online a partire da gennaio 2020.
Ad illustrare le novità sulle funzionalità e la navigazione di PubMed Labs, sarà Maurella Della Seta, responsabile del Settore Documentazione Servizio Conoscenza dell’Istituto Superiore di Sanità e referente nazionale per la NLM. 
Ringraziamo tutti coloro che hanno manifestato il loro interesse all’iniziativa.

Altre iniziative di formazione sono in cantiere per il prossimo futuro.
Stay tuned!

LE COMPETENZE METRICHE DEI BIBLIOTECARI BIOMEDICI.

risultati di un’indagine europea

È stato pubblicato sull’ultimo numero del Journal of EAHIL l’articolo Metric competencies for biomedical librarians: results of a survey developed by the EAHIL Evaluation and Metrics group a firma del Gruppo Bibliometrico dell’EAHIL.
La professione del bibliotecario biomedico continua ad evolversi per rispondere alle richieste degli utenti con strumenti e servizi che supportano istruzione e ricerca. Durante la conferenza EAHIL Dublino nel 2017, che ha visto la nascita del Metrics and Evaluation Group, si è sentita la necessità di proporre un questionario per indagare meglio quali fossero le competenze, le conoscenze e l’uso dei principali database bibliometrici tradizionali e delle metriche alternative. Il questionario era composto da 15 domande precedute da una breve introduzione e suddiviso in 4 sezioni focalizzate su vari aspetti lavorativi e conoscitivi in campo bibliometrico dei bibliotecari coinvolti.
primi risultati del questionario sono stati presentati durante l’incontro del Metrics Group del 2018 alla Conferenza Eahil di Cardiff, e da li è partita l’idea di scrivere un articolo per diffondere i risultati. Il questionario ha ricevuto 173 risposte da 33 paesi diversi.

Dai risultati ottenuti, emerge un interesse costante nel tema della bibliometria e della valutazione della ricerca. Per i partecipanti al questionario che non conoscono le piattaforme tradizionali, ad un livello avanzato di utilizzo, o per le metriche alternative (es: Altmetric.com, Dimension, Lens), oppure per gli Author Identifiers (es: Orcid, Scopus ID etc..) emerge il desiderio di approfondire sia l’uso dei database sia delle metriche in sè.
Soprattutto, le metriche alternative sembrano richiedere ulteriori conoscenze sul loro funzionamento e utilizzo. Ciò che emerge chiaramente è che è auspicabile che i bibliotecari siano sempre più coinvolti in tutte le fasi di supporto per i loro utenti e per le proprie amministrazioni. Infatti, la stragrande maggioranza dei partecipanti a questo studio riconoscono la necessità di incorporare le nuove metriche nella valutazione della ricerca. In evidenza anche la richiesta di maggiori risorse finanziarie dedicate ai corsi di formazione e partecipazione a seminari e workshop sulla bibliometria.


Alla scoperta di PubMed Labs

Corso di aggiornamento sulla nuova release di PubMed: venerdì 22 novembre a Milano

Da gennaio 2020 PubMed non sarà più lo stesso.
La National Library of Medicine lancerà infatti PubMed Labs, la nuova piattaforma di PubMed arricchita di nuove funzionalità e di una veste grafica più aggiornata. 

Il GIDIF-RBM organizza in anteprima nazionale un corso di formazione e aggiornamento su PubMed Labs. A spiegarci le novità sulle funzionalità e la navigazione sarà Maurella Della Seta, responsabile del Settore Documentazione Servizio Conoscenza dell’Istituto Superiore di Sanità e referente nazionale per la NLM. 

Appuntamento venerdì 22 novembre alle ore 13.30 presso l’aula 310 dell’Università degli Studi di Milano in via Celoria 20.

Il programma della giornata prevede:
13.30 Registrazione partecipanti
13.40 Introduzione: Ivana Truccolo, IRCCS – CRO Aviano, Presidente GIDIF-RBM
14.00 Le nuove funzionalità di PubMed: Maurella Della Seta, ISS Roma
15.00 PubMed Labs: un laboratorio per testare la nuova piattaforma: esercitazioni “in vivo” e gruppi di lavoro
17.00 Chiusura dei lavori a cura del Direttivo GIDIF-RBM

La partecipazione al corso è gratuita per i soci, per iscriversi è necessario inviare una mail all’indirizzo direttivo@gidif-rbm.org

Per i non soci la quota di partecipazione è di 65,00 €.
Il pagamento dovrà essere effettuato con bonifico bancario a: 
GIDIF-RBM Banca Prossima IBAN: IT68K030 6909 6061 0000 0061 820
Causale di versamento: Erogazione liberale corso PubMed Labs 2019 – NOME e COGNOME del partecipante

Per ulteriori informazioni su PubMed Labs vi invitiamo a consultare la versione beta già disponibile online e il video promozionale pubblicato dalla NLM.

Vi aspettiamo a Milano, non mancate!