Natale 2019 tempo di bilanci, e uno sguardo al 2020

L’anno che sta per finire è un’occasione per fare qualche bilancio e delineare a grandi linee il programma dell’anno che verrà. Un anno importante per il GIDIF RBM che celebrerà i 35 anni dalla sua fondazione. Il 2019 ci siamo presentati al pubblico con l’evento delle Stelline a  Milano che quest’anno era centrato su “la Biblioteca che cresce”. Come GIDIF RBM abbiamo declinato il tema di BiblioStar realizzando l’evento “La circolarità della comunicazione in Sanità” in collaborazione con Pharma. La comunicazione, da sempre uno dei processi basilari della medicina ha conosciuto un’evoluzione straordinaria negli ultimi cinquant’anni e, indubbiamente, in questo cambiamento la tecnologia ha giocato un ruolo determinante. Durante la conferenza, molto partecipata, abbiamo analizzato questo processo da vari punti di vista – quello del medico ricercatore, del clinico, del filosofo, del direttore generale, del rappresentante di un’azienda farmaceutica, del paziente, del bibliotecario documentalista e del giornalista. Ne è uscito un articolo pubblicato sul numero di luglio-agosto di Biblioteche Oggi. Importante il contributo di alcuni soci GIDIF al X convegno Nilde che si è tenuto a Pavia a fine maggio incentrato sulla moderna dimensione “virtuale” delle biblioteche al servizio di una intramontabile dimensione “reale” degli utenti. Un evento, questo, tanto più importante per il GIDIF dal momento che il 2019 è stato il primo anno successivo alla chiusura dello storico catalogo GIDIF RBM, nato insieme all’associazione. Una decisione, non nascondiamo sofferta, ma necessaria a favore di una partecipazione a un catalogo collettivo nazionale sempre più condiviso, quale quello di ACNP, e di un sistema di interscambio, quale NILDE. La chiusura del catalogo ha portato a valorizzare l’altra ragione fondante del GIDIF RBM, la formazione.  Il nuovo  Direttivo dell’associazione, entrato in carica in settembre dopo le elezioni online del giugno, ha puntato decisamente alla formazione con un corso assolutamente puntuale rispetto agli avvenimenti: il 22 novembre a Milano circa 40 colleghi hanno partecipato al corso sul nuovo PubMed, docente Maurella Della Seta, peraltro socia GIDIF e presidente dell’EAHIL,la nostra associazione europea di riferimento, nonchè responsabile del servizio documentazione dell’Istituto Superiore di Sanità, come sappiamo istituzione da sempre referente nazionale della NLM. Il workshop Bibliosan sulla Scienza aperta tenutosi a 3 dicembre a Roma. è stata un’ulteriore opportunità formativa alla cui realizzazione hanno partecipato anche alcuni soci GIDIF RBM. Anche questo è stato un workshop molto partecipato al cui interno si è sviluppato un intenso dibattito, grazie anche alla presenza dei due direttori scientifici coordinatori rispettivamente degli IRCCS pubblici e privati. Affrontare alcuni dei problemi del tutto aperti in questo e altre conferenze per l’appunto sulla scienza aperta, sulla condivisione dei dati e sui cambiamenti epocali che questa nuova prospettiva sta portando con sé, è l’argomento che ci proponiamo di affrontare al prossimo BiblioStar che si terrà come d’abitudine a metà marzo 2020. La “sostenibilità”, leitmotiv di fondo, sarà declinata in tal senso sugli ipotetici nuovi modelli di business nel campo dell’editoria scientifica e delle biblioteche/sistemi bibliotecari biomedici, sia nazionali che regionali…

Parlando di futuro prossimo, per il GIDIF-RBM sarà un anno volto alla formazione, in primis sui temi che più stanno a cuore al bibliotecario documentalista non solo del presente ma a maggior ragione del futuro, in particolare per far fronte alle nuove competenze che l’evoluzione della materia impone. Terremo conto anche delle sfide che la figura di professionista del supporto alla ricerca, appena introdotta nel contratto della Sanità, porta con sè. Un anticipo di questa programmazione ve l’abbiamo raccontata di recente attraverso la Newsletter AIB, associazione con la quale vorremmo maggiormente collaborare come con altre associazioni complementari.  

AUGURI di cuore a tutti di Buon Natale e Sereno Anno Nuovo, dunque, da parte del direttivo GIDIF RBM, e… vi attendiamo numerosi alle nostre iniziative e a leggere le nostre notizie.

Ivana Truccolo referente AIB per i servizi bibliotecari ai pazienti

La nostra Ivana Truccolo è stata recentemente nominata referente AIB per i servizi bibliotecari ai pazienti.

Bibliotecaria biomedica dal 1984 presso la Biblioteca Scientifica del CRO di Aviano e membro del GIDIF-RBM dal 1987, esattamente venti anni fa fondava la prima biblioteca pazienti in Italia.

«L’idea della Biblioteca Pazienti – racconta Ivana Truccolo – è nata di fronte alle continue richieste  da parte dei pazienti, che si  rivolgevano alla biblioteca scientifica per avere maggiori informazioni sui diversi aspetti della malattia oncologica,  possibilmente comprensibili per un pubblico non specializzato. E’ stata un’esperienza pionieristica in Italia, che si è avvalsa di importanti esperienze nel mondo anglosassone. Un progetto pilota che all’epoca gettava un ponte verso il futuro delle biblioteche, partendo dall’idea che la conoscenza non deve restare chiusa in recinti specialistici ma circolare e diventare oggetto di “conversazione”, apprendimento e critica per ognuno di noi a seconda del bisogno e della disponibilità».

Oggi, dopo tanti anni, la biblioteca pazienti è un servizio presente in molti IRCCS e ospedali. Al CRO la Biblioteca Scientifica e Pazienti  è diventata il perno attorno al quale si articolano tutte le esperienze e i programmi istituzionali di carattere informativo ed educazionale che vanno sotto il nome di Patient Education & Empowerment dei pazienti, come modello di simbiosi fra il lavoro del documentalista biomedico e quello di reference specializzato tipico delle biblioteche speciali.

Congratulazioni da parte del Direttivo GIDIF-RBM a Ivana Truccolo e un augurio di buon lavoro.

Bibliopride 2017

La 6° edizione di Bibliopride, giornata nazionale delle biblioteche, si terrà a Pistoia il prossimo 30 settembre.
Il tema di questa edizione è “Nessuno escluso! Accessibilità e accoglienza nelle biblioteche”. Un argomento particolarmente significativo per le biblioteche biomediche e ospedaliere.

Ogni biblioteca può aderire all’iniziativa organizzando una propria iniziativa locale nella settimana tra il 23 e il 30 settembre.
Maggiori informazioni sul sito dell’AIB

Come nelle scorse edizioni, il Bibliopride sarà un grande evento collettivo, che in tutta Italia, vedrà centinaia di biblioteche insieme ai propri utenti, partecipare alla manifestazione e dar vita ad un flash mob per sottolineare l’importanza della presenza delle biblioteche sul territorio.
Il Programma, in corso di definizione, vedrà numerose iniziative in diversi luoghi della città.  Le iniziative della mattina si svolgeranno all’interno della Biblioteca San Giorgio, mentre quelle del pomeriggio in vari luoghi della città, con flashmob alle ore 17 in piazza Duomo. Sono previsti eventi per tutte le età, per lingue altre,  per altre abilità, per associazioni di amici delle biblioteche, per sezioni “esterne” di biblioteche come carceri e ospedali.