Consigli semplici per una ricerca bibliografica efficace

Rendiamo disponibile con piacere una infografica relativa a brevi consigli per una buona ricerca bibliografica, in particolare in PubMed. È stata messa a punto dalla nostra socia Flavia Rampichini e colleghi della Biblioteca del Polo centrale di Medicina dell’Università di Milano.

In questi tempi di incertezza, la condivisione di strumenti didattici e buone pratiche è molto utile. Anche cose semplici e amichevoli come queste possono essere di aiuto ai nostri utenti ai quali, in altri tempi, potevamo dare una mano in presenza. Buon utilizzo e… stay safe!

Quando la documentazione biomedica si intreccia con le Medical Humanities

“Iconografia della salute” è il titolo di un Festival di Medical Humanities che si terrà online dal 21 al 24 settembre pv. É organizzato dal Centro Studi per le Medical Humanities dell’Azienda Ospedaliera di Alessandria al quale collaborano attivamente anche le le colleghe Mariateresa Dacquino, responsabile, e Federica Viazzi del servizio Biblioteca e Comunicazione della stessa azienda (e nostra socia).

Fra le tante iniziative avviate nelle biblioteche-centri di documentazione biomedica nel tempo di sospensione e incertezza del lockdown, questa realtà ha scelto di continuare il  concorso annuale di Medicina Narrativa “Cultura è cura” cui la biblioteca ha partecipato in modo determinante. Questo, oltre a fornire un servizio quotidiano di documentazione scientifica a tutti gli operatori sulle tematiche del COVID 19 e non solo. La Biblioteca di Alessandria è anche parte del sistema Biblioteca Virtuale per la Salute della regione Piemonte, Un esempio di realtà che, nelle difficoltà, trovano il modo di continuare a essere presenti, innovative e utili.

Ad alcune abbiamo già dato voce, sappiamo che altre incontrano maggiori ostacoli ma la forza delle biblioteche sta nella collaborazione virtuosa e nella valorizzazione delle buone pratiche

PubMed: possiamo migliorare la nuova versione?

Carissimi, dal 18 maggio la vecchia versione PubMed Legacy, è andata in pensione.

Molte sono le novità interessanti, potente è il nuovo algoritmo di ricerca, ma sono molte anche le perplessità espresse dai soci e dai colleghi per l’assenza di funzionalità avanzate che limitano le operazioni possibili con il database.
Il GIDIF-RBM si propone di contribuire al miglioramento della nuova versione di PubMed raccogliendo le segnalazioni dei professionisti dell’informazione biomedica italiana e facendole pervenire alla National Library of Medicine.

Scrivete a direttivo@gidif-rbm.org

Continua a leggere…

COVID19: informazioni sanitarie per i cittadini

Eccoci a voi con altre pillole di informazione affidabile sull’argomento Covid-19.
Molte delle nostre biblioteche e centri di documentazione hanno anche un pubblico di pazienti e cittadini.
In questo post rendiamo disponibile un elenco ragionato di siti/pagine web di carattere scientifico-divulgativo per la maggior parte rivolte a un pubblico di non addetti ai lavori.
Non di tratta di un elenco esaustivo ma suggestivo, che speriamo utile a qualcuno di voi.

Continua a leggere…

Anche quest’anno sono arrivate Pasqua e la primavera…

Carissimi, anche in questi tempi difficili per ognuno di noi, e per molti veramente tragici, Pasqua è arrivata e, con essa, la primavera! Mi auguro stiate trascorrendo giornate serene e in sicurezza, pur nell’incertezza del momento. 

In questo periodo noi abbiamo cercato di esservi vicini con alcune pillole di informazioni accurate che speriamo utili. Continueremo a farlo. nel prossimo post informazioni di carattere divulgativo…Voi usatele, dateci il vostro riscontro,  diffondete. 

La pandemia ha sparigliato i piani di tutti e anche della nostra associazione. Visto che non sappiamo come la situazione evolverà ed è ancora  difficile incontrarci di persona per gli incontri di formazione, anche noi ci stiamo organizzando per farlo a distanza. A breve ci risentiremo per maggiori dettagli. 

Per intanto, a nome del Direttivo, carissimi auguri non solo per le giornate di Pasqua ma per il sentimento di rinascita che, al di là delle fedi di ognuno, questo periodo porta con sé.

Buona primavera, nella speranza che da questa esperienza, con il contributo di ognuno, riusciamo a imparare quel che serve per costruire un modo di vivere più sostenibile sia per gli uomini che per la natura!