Alle prese con i Boooleani: pratiche sperimentali di Information Literacy

Quando si tengono incontri formativi sulla ricerca nelle banche dati, sembra non si possa fare a meno di spiegare la funzione degli operatori booleani.
Alzi la mano chi non riesce a reprimere uno sbadiglio quando vede la slide con i tre cerchi e le aree di diverso colore che individuano la zona d’intersezione tra i risultati, prodotta dall’utilizzo di AND, OR e NOT.
Adesso alzi la mano chi ritiene che quella slide sia sufficiente AND necessaria per chiarire a chi ascolta la funzione di questi preziosi connettori logici.

Continua a leggere…